· 

Consulenza riduzione dei costi: come scegliere le voci su cui intervenire

È desiderio di ogni manager o imprenditore ridurre i costi aziendali mantenendo inalterato la qualità del prodotto e il servizio reso al cliente. La vera sfida strategica non è tanto quella di eseguire questa attività, quanto di identificare le voci su cui agire.

 

Non è pensabile agire in modo indiscriminato: è indispensabile focalizzarsi su una o pochissime voci di spesa per evitare di disperdere energie. L’attività deve svolgersi in parallelo a quelle ordinarie così da portare risultati il prima possibile.

Per questo motivo i nostri esperti di riduzione costi aziendali, in quasi vent’anni di attività, hanno perfezionato una tecnica di analisi specifica: l’hanno chiamata carotatura.

 

 

 

Proprio come le carote in un campo, il metodo scende in profondità solo in alcuni punti.

L’esperienza del consulente, la sua conoscenza del mercato e l’approccio orientato ai dati, permettono di individuare i fattori significativi e stimare i margini di miglioramento.

 

Consulenza riduzione dei costi: come risparmiare più in fretta

 

Tanti pensano che, per ridurre i costi aziendali, i risultati migliori si ottengano intervenendo sulle voci con lo spending maggiore. In realtà nell’impresa moderna gli acquisti più importanti sono i più monitorati, studiati, gestiti e spesso affidati alle persone più performanti.

Anche questi devono essere analizzati, ma con la consapevolezza che molto è già stato fatto e che l’efficienza vada cercata altrove e ragionando in modo innovativo.

Le voci con spesa media o medio bassa molte volte offrono le migliori opportunità di azione: la gestione degli scarti, le lavorazioni esterne, i materiali di consumo, le minuterie, tutti i tipi di imballaggi, i trasporti, i costi di struttura ci hanno portato sorprendenti risultati con valori di molti zeri.

 

Leggi anche Case study: 300.000 € di riduzione dei costi attraverso l’analisi dei dati

 

Poiché è necessario analizzare molte voci di tipologia diversa in breve tempo, è indispensabile un approccio metodologico rigoroso.

Per ogni voce di spesa contabilizzata in un unico conto economico vanno innanzitutto distinti dei sottogruppi omogenei in funzione del mercato di fornitura: per esempio i trattamenti termici vanno distinti da quelli superficiali, gli imballi in cartone ondulato da quelli in cartoncino teso in quanto non presentano le stesse problematiche.

 

Definito il sottogruppo all’interno della voce di spesa, estraiamo qualche codice a campione, significativo per ripetitività, volume medio e qualità su cui indagare tre aspetti:

  • il posizionamento di prezzo
  • le modalità di consumo
  • le logiche di acquisto

I codici devono quindi essere studiati con l’aiuto di diverse tecniche quali il benchmark di mercato, l’analisi del valore, la preventivazione da fornitori alternativi. Il beneficio - espresso in percentuali - dovrebbe essere confermato, con buona approssimazione, da almeno due delle tee tecniche sopra indicate.

 

Ridurre i costi aziendali: quali dati analizzare

 

Con il metodo della carotatura, sono sufficienti davvero pochi elementi:

  • una fattura dei fornitori più significativi
  • il contratto e il listino prezzi dei fornitori (se disponibili)
  • le caratteristiche tecniche del prodotto o servizio
  • un campione fisico da esaminare

In meno di un mese si ricavano stime utili per calcolare il beneficio economico atteso nel confronto con la spesa sostenuta storicamente, assieme alle linee guida relative alle azioni da intraprendere.

La direzione aziendale può quindi definire le priorità d’intervento in funzione del risultato atteso, della strategia da seguire, della complessità dell’intervento e sulle ricadute minime nell’operatività.

 

Consulenza aziendale, quanto costa

 

Per comprendere quanto pesi economicamente un nostro intervento di consulenza, è importante sapere che operiamo con compensazione a success fee: non ci sono costi fissi, il committente riconosce ai professionisti incaricati una percentuale sul risultato economico consuntivato. Ciò significa che sarà il buon esito del nostro lavoro - e quindi la riduzione dei costi per l’azienda - a determinare in percentuale il nostro compenso.

 

In conclusione, metodo ed esperienza guideranno l’azione verso i risultati talvolta insperati. E il metodo della carotatura offrirà le premesse ad un abbattimento dei costi in tempi tanto brevi da far rivalutare il valore energetico di un bel piatto di carote.