Cogliere le opportunità temporanee di sourcing per ridurre i costi aziendali

In questo periodo storico, alcune forniture hanno raggiunto quotazioni minime. Nel negoziarle, agire sulle leve giuste significa accantonare un vantaggio in prospettiva futura. È però necessario conoscere bene i mercati.

Lo stravolgimento dell’economia mondiale dato dai successivi Lockdown nei vari paesi ha cambiato profondamente i consumi industriali: con il fermo delle aziende produttive definite "non essenziali" sono crollati il prezzo di molte materie prime, componenti e servizi, mentre sono schizzati alle stelle le quotazioni di tutte le voci legate alla lotta alla pandemia.

 

Questi cambiamenti macroeconomici impattano certamente su molte dei prodotti necessari per la produzione dei componenti che acquistiamo con regolarità. Un esame dettagliato delle singole materie prime ed una previsione delle nostre necessità ci può permettere di effettuare ordini e approvvigionamenti, anche senza portare a casa il materiale, a prezzi veramente mai raggiunti in tempi recenti sul mercato soprattutto in casi di bassa deperibilità e massima fungibilità delle scorte, quando si ha alta incidenza della materia prima sul valore dell’acquisto (derivati del petrolio, utilizzo acciai, settore della carta e del legno) e sulle lavorazioni appaltate all’esterno.

 

È fondamentale però una conoscenza professionale del mercato delle materie prime di riferimento, una capacità di programmazione delle necessità e determinazione nella gestione delle trattative economiche con i fornitori considerando con attenzione le loro necessità non economiche.

 

Un esempio concreto? Gli esperti Actiongroup consigliano di fissare adesso il prezzo per l’energia anche per l’anno prossimo, utilizzando gruppi di acquisto strutturati che siano in grado di determinare tale prezzo nel corso del tempo (opportunità che l’Autorità Garante non concede ai piccoli e medi utilizzatori): Il prezzo medio di borsa dell’energia (PUN monorario) di marzo 2020 è 0,0248 €/Mwh, più del 50% in meno rispetto a 12 mesi prima (aprile 2019: 0,05335 €/Mwh).

Attenzione però: gli operatori propongono spesso a chi vuole rinegoziare le condizioni in essere  scontistiche per l’immediato (in cui i consumi saranno verosimilmente bassi) prevedendo un aumento delle tariffe dei prossimi esercizi (al momento in cui i consumi torneranno a regime). Per ottenere veramente un risparmio a conto economico è quindi sempre necessario conoscere molto bene il mercato di riferimento le sue regole e le sue consuetudini, eventualmente appoggiandosi ad esperti indipendenti di sette.

 

Altre voci su cui attivare le leve negoziali sono ad esempio i trasporti, soprattuto quelli su gomma che si sono ovviamente ridotti a causa del calo della produzione (alimentari esclusi) e navali che sono addirittura crollati con molte portacontainer ferme all'ancora, mentre invece quelli aerei sono richiestissimi soprattutto per il materiale sanitario.  Lufthansa ed Aircanada, ad esempio, hanno adattato al trasporto merci aerei di linea passeggeri utilizzando i sedili come luogo di ancoraggio delle merci per far fronte alla richiesta di trasporto urgente di materiali di protezione a fronte di un crollo quasi completo del traffico di persone.

Oppure gli imballaggi generici anche qui per il crollo della produzione di merci da imballare, mentre tutto quello che riguarda i prodotti di santificazione come ad esempio i flaconi è oggi quali introvabile a prezzi convenienti.

Anche le autovetture sono ferme invendute nei piazzali, mentre non si trovano pc e apparecchiature informatiche soprattuto per il telelavoro.

E per tutti gli acquisti in cui si ha una elevata incidenza di materia prima, la logica di indicizzare i prezzi consente di spuntare da subito e per un buon periodo condizioni interessanti.

 

In sintesi quindi alcune voci di spesa che necessitiamo con regolarità hanno oggi condizioni di fornitura interessantissime. Soprattuto per chi ne conosce le dinamiche di mercato e sa giocare le carte giuste per ottenere un duraturo vantaggio.

______

Se vuoi confrontarti con gli esperti ActiongroupCompila il form sottostante per una prima chiacchierata informale con il nostro esperto pù adatto alle tue necessità di generazione della marginalità:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0